Articoli: 793    Argomenti: 18   Temi php-nuke: 50      
(Ultime News)------|    Nasce Cleanuke.it supporto ufficiale al cms - (18-06-2011 - 23:04:54 - di matteoiamma)    |------|    Rilasciato Clean Nuke 1.7 - (05-05-2011 - 19:49:43 - di matteoiamma)    |------|    Iamma Multi Blogs: Blogs per gli utenti del nuke - (19-03-2011 - 20:41:08 - di matteoiamma)    |------|    Rilasciato Clean Nuke 1.6 - (13-03-2010 - 20:12:46 - di matteoiamma)    |------|    Nuova Community Italiana: nasce mondophpnuke.com - (11-02-2010 - 22:08:51 - di matteoiamma)    |------|    Rilasciato Clean Nuke 1.5! - (16-12-2009 - 00:44:55 - di matteoiamma)    |------
Menu Principale
  Info:
 » Accesso libero
 » Utenti registrati
 Home :
 » Home Page
 » AvantGo
 » Scrivi un Articolo
 » I nostri banners
 » Ricerca
 » Topics
 » Meteo
 » Archivio articoli
 Membri :
 » Tuo Account
 » Lista Membri
 » Messaggi Privati
 Comunità :
 » Forum
 » Downloads
 » Web Links
 » Passa Parola
 » Oroscopo
 » Contatti
 » Staff
 Utilità :
 » Produttori H&S
 » GUIStuff
 » Nuke Tools v3.00
 » Nuke Generator
 » Javascript Kit

Sondaggio
Quale release PHP-Nuke stai usando?


Risultati
Sondaggi

Voti 239

WO_Contatti

Siti Amici
» Corsi Subacquei.com

RSS
RSS-News
RSS-Forums
RSS-Downloads

» Microsoft, ha il brevetto degli Instant Messenger
InternetRoma - 10 ottobre 2003 - Se AOL è la madre della buddy list, Microsoft è padre della notifica di scrittura del corrispondente: nessuno può pretendere i propri diritti senza scatenare la reazione uguale e contraria, ed in questo equilibrio i brevetti si annullano a vicenda. La notizia è di quelle che contano perchè va a stabilizzare i possibili contrasti in nascita sul mercato degli Instant Messenger: Microsoft, con il brevetto n° 6.631.412, si aggiudica la paternità su una caratteristica degli Instant Messenger e, fino a prova contraria, potrà detenerne i diritti.

Se nel tempo qualcuno riuscisse a dimostrare di aver per primo introdotto la caratteristica specificata nel brevetto, automaticamente il brevetto cambierebbe titolarità. Nella fattispecie la funzionalità su cui va a calare il nuovo brevetto è la possibilità di notificare ad un utente l'inizio della scrittura del messaggio da parte del corrispondente nella comunicazione, preparando così il primo alla ricezione del messaggio del secondo. Era il Dicembre 2002 quando AOL si era aggiudicata il primo brevetto riguardante gli Instant Messenger: con il provvedimento n° 6.449.344, infatti, ICQ (proprietà intellettuale Mirabilis ceduta ad America OnLine) si aggiudicava i diritti sulla cosiddetta "buddy list", cioè sulla notifica agli utenti della presenza o meno sul network di altri amici precedentemente iscritti alla propria lista. Se AOL è la madre, Microsoft è il padre. La situazione è dunque congelata e far valere i propri diritti sull'Instant Messenger significa automaticamente far scattare la verifica sui diritti altrui. Intanto il tempo è passato e gli IM si sono dotati di video, audio, giochi, file sharing, eccetera. Il sistema dei brevetti, in questo caso, ha causato un blocco reciproco che garantisce vita tranquilla ai noti ICQ, MSN Messenger & C. A meno che nuovi brevetti non vadano a rompere l'equilibrio andatosi a creare negli ultimi mesi.

 
Links Correlati
· Inoltre Internet
· News by RCPT_TO


Articolo più letto relativo a Internet:
Indagine Usa sui siti abbandonati


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Possono votare solo gli utenti registrati.

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile





http://www.top100italiana.com
Valid Robots.txt
Tutti i diritti riservati Copyright © 2003-2017