Articoli: 793    Argomenti: 18   Temi php-nuke: 50      
(Ultime News)------|    Nasce Cleanuke.it supporto ufficiale al cms - (18-06-2011 - 23:04:54 - di matteoiamma)    |------|    Rilasciato Clean Nuke 1.7 - (05-05-2011 - 19:49:43 - di matteoiamma)    |------|    Iamma Multi Blogs: Blogs per gli utenti del nuke - (19-03-2011 - 20:41:08 - di matteoiamma)    |------|    Rilasciato Clean Nuke 1.6 - (13-03-2010 - 20:12:46 - di matteoiamma)    |------|    Nuova Community Italiana: nasce mondophpnuke.com - (11-02-2010 - 22:08:51 - di matteoiamma)    |------|    Rilasciato Clean Nuke 1.5! - (16-12-2009 - 00:44:55 - di matteoiamma)    |------
Menu Principale
  Info:
 » Accesso libero
 » Utenti registrati
 Home :
 » Home Page
 » AvantGo
 » Scrivi un Articolo
 » I nostri banners
 » Ricerca
 » Topics
 » Meteo
 » Archivio articoli
 Membri :
 » Tuo Account
 » Lista Membri
 » Messaggi Privati
 Comunità :
 » Forum
 » Downloads
 » Web Links
 » Passa Parola
 » Oroscopo
 » Contatti
 » Staff
 Utilità :
 » Produttori H&S
 » GUIStuff
 » Nuke Tools v3.00
 » Nuke Generator
 » Javascript Kit

Sondaggio
Quale release PHP-Nuke stai usando?


Risultati
Sondaggi

Voti 239

WO_Contatti

Siti Amici
» Corsi Subacquei.com

RSS
RSS-News
RSS-Forums
RSS-Downloads

» News: Allarme "influenza polli, gli allevamenti italiani protetti da misure drastiche"
News - Roma - 27 gennaio 2004 - "Accogliamo con favore la sospensione da parte dell’Unione europea delle importazioni di polli dalla Thailandia in seguito ai casi accertati di influenza aviaria che ha colpito anche gli uomini. Si tratta di una misura preventiva importante alla quale, tuttavia, devono seguire altri interventi che consentano, oltre a garantire la salute delle persone, di tutelare gli allevatori europei, in particolare quelli italiani, che stanno vivendo un momento di grave difficoltà". A sottolinearlo è la Cia-Confederazione italiana agricoltori..........continua

D’altra parte, la Cia da diverso tempo ha sollevato il problema delle importazioni di polli dai paesi dell’Est asiatico, soprattutto dalla Cina, dalla Corea del Sud, dal Vietnam e dalla Thailandia, dove le misure sanitarie destano non pochi dubbi. Non basta. Proprio l’import di prodotti avicoli (dalla sola Thailandia l’Ue ne importa ogni anno più di 140 mila tonnellate) causa una concorrenza sleale, provocando danni non certo marginali per i nostri allevatori. La Cia evidenzia, inoltre, che in Italia, da quando si sono avute le prime manifestazioni di influenza aviaria, sono state adottate negli anni passati misure drastiche (abbattimento degli allevamenti contagiati e massicce campagne di vaccinazioni) per garantire il prodotto ed evitare che il virus si propagasse. Misure che salvaguardano le nostre produzioni avicole e danno la possibilità di intervenire immediatamente al primo insorgere della malattia. Comunque, per la Cia è indispensabile che il governo adotti per l’intero settore, oggi costretto ad affrontare una serie di problemi, politiche mirate che ne consentano un effettivo rilancio. Allo stesso tempo è necessario che si rafforzino le relazioni interprofessionali per aprire nuove prospettive ai produttori.(Sesto Potere)

Tratto da www.infomanager.it

 
Links Correlati
· Inoltre News
· News by RCPT_TO


Articolo più letto relativo a News:
Fuga cervelli, noto matematico da oggi rientra in Italia


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente


Possono votare solo gli utenti registrati.

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile





http://www.top100italiana.com
Valid Robots.txt
Tutti i diritti riservati Copyright © 2003-2017